- La SantitÓ nel nostro Ordine -

Per conoscere in profondità il nostro carisma è necessario guardare ai santi che hanno illuminato i quasi cinque secoli di storia e di vita dei Frati Minori Cappuccini.
Il nostro Ordine Cappuccino gode di un privilegio se non unico certamente raro: in ogni momento della sua storia, ebbe uno o più religiosi viventi, che poi ottennero gli onori degli altari, oppure vi sono candidati. 
Vi fu sempre, tra i Cappuccini, chi visse con eroica fedeltà la Regola francescana e le Costituzioni proprie dell'Ordine. E lo fece mentre era impegnato nei più svariati campi di lavoro, nella palestra del quotidiano. Non manca niente e nessuno, poiché v'è il frate cuoco, portinaio, ortolano, infermiere, addetto ad ogni specie di servizi domestici, questuante, sacerdote, predicatore, dottore della Chiesa e dottore creato nelle Università, suddito, guardiano, ministro provinciale e generale, missionario tra fedeli eretici e pagani, diplomatico, scrittore, maestro dei novizi, direttore degli studenti, lettore, confessore, cappellano militare e di ospedali, fondatore di congregazioni religiose, fondatore di conventi e muratore impegnato nel costruirli. Insomma, vi è tutta la «geografia» umana e spirituale dell'Ordine.
L'ininterrotta schiera dei nostri Fratelli – Santi, Beati, Venerabili e Servi di Dio – costituisce un'ideale galleria, quella della santità vissuta e presentata attraverso atteggiamenti, atti e fatti quanto mai significativi. Quindi, è anche una scuola pratica (non un'accademia di discettanti!) di genuina vita francescana, aperta a tutti e con cui bisogna confrontarsi nelle scelte fatte e da fare. 
Tutti i nostri Fratelli Santi sono la più genuina incarnazione del nostro carisma; il più autentico strumento ermeneutico per raggiungere il cuore della nostra eredità francescana.

 

https://www.ofmcap.org/it/documenti-ofmcap/santi-e-beati-elenco-alfabetico